Domanda sull’essere buono o cattivo In un rapporto conflittuale tra padre – figlio in La Coscienza di Zeno di Italo svevo

marwa abdel moneim abdel raouf mohamed tantawy 


Abstract


L’argomento oggetto del mio studio è la figura paterna, il suo ruolo nella formazione personale di Zeno cosini – individuo, protagonista de “La Coscienza di Zeno”, e nella costruzione del figlio. Sono partita da un’analisi sul rapporto che si può definire conflittuale fra padre e figlio, per poi approfondire la dialettica bontà / cattiveria, oppure la domanda ossessiva dell’essere buono o cattivo attraverso la riflessione sull’opera più significativa di Italo svevo.La scelta di questo tema nasce, infatti, dalla lettura dell’esperienza tragica del protagonista durante la morte del suo genitore. La perdita di questa figura che si mostra poco ed in senso negativo, è così importante che mi induce a riflettere sul ruolo incisivo che la figura paterna, come costante punto di riferimento, esercita sulla crescita emotiva e sullo sviluppo della propria personalità.


Other data

Other Titles Question about being good or bad In a conflictual relationship between father and son in Italo Svevo's La Conscienza di Zeno
Issue Date Jan-2012
Journal Sahifatul Alsun, ISSN 1687-3718 Vol. 28, 151-190. 
Series/Report no. ISSN 1687-3718 Vol. 28;
URI http://research.asu.edu.eg/123456789/384


Recommend this item

CORE Recommender
11
Views


Items in Ain Shams Scholar are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.